Fibra ottica: i prezzi

La copertura della fibra ottica in Italia

La fibra ottica: caratteristiche tecniche principali

La fibra ottica nelle telecomunicazioni è sicuramente una delle maggiori innovazioni degli ultimi anni.

Ma che cos’è realmente?

Si tratta di una serie di filamenti sottilissimi, il cui spessore non supera quello di un capello e la cui costituzione è, a seconda del tipo di fibra, in vetro o polimeri.

Nonostante lo spessore esiguo, la fibra ottica è costituita da due strati concentrici, uno interno molto trasparente e caratterizzato da un particolare indice di rifrazione, ed uno esterno, opaco e con superficie riflettente e con indice di rifrazione differente.

Tutti i differenti filamenti sono tenuti insieme all’interno di una guaina di gomma che ha lo scopo, oltre che di mantenimento, anche di protezione da eventuali urti e danni di provenienza esterna.

La caratteristica principale delle comunicazioni in fibra ottica è l’elevata velocità di trasmissione di un grandi numeri di dati ed informazioni, permessa dal fatto che, a transitare attraverso i filamenti, sono gli impulsi luminosi.

Proprio per questo motivo il segnale in fibra è caratterizzato anche da una minore degradazione con la distanza e da minori interferenze con campi elettromagnetici esterni.

Fibra ottica: i prezzi
La fibra ottica in Italia: copertura e caratteristiche

Nonostante le continue offerte e promozioni da parte dei differenti gestori telefonici riguardo le connessioni in fibra ottica, in Italia questo servizio non è ancora disponibile su tutto il territorio.

Infatti, i dati che riguardano la copertura della fibra ottica sulla penisola italiana parlano di uno scarso 15%, per lo più concentrato nelle maggiori città e centri urbani.

Tuttavia, la richiesta e la conseguente copertura da parte delle diverse compagnie telefoniche sta portando ad una maggiore evoluzione della fibra ottica, come si può evincere anche dal sempre maggiore abbandono della oramai classica linea ADSL a favore delle connessioni ultraveloci.

L’aumento della richiesta, infatti, ha portato le compagnie telefoniche ad incrementare gli investimenti su questa tecnologia che, si stima, potrebbe arrivare a servire il 50% degli italiani entro il 2016.

Si tratta di stime fornite dai differenti gestori telefonici, che, se non proprio reali, possono essere considerate molto realistiche. Infatti sono sempre di più i centri che vengono serviti dalla fibra ottica e, allo stesso tempo, sempre di più gli utenti che si abbonano alla linea superveloce offerta dai differenti operatori.

Tuttavia, a confronto del servizio offerto dalle altri nazioni europee, la copertura della fibra ottica in Italia resta ancora molto indietro, nonostante gli ultimi cospicui investimenti che hanno permesso l’installazione del servizio in un numero sempre crescente di paesi e città.

Fibra ottica: i prezzi

Uno dei principali fattori che ha permesso l’incremento della richiesta della fibra ottica è il rapporto qualità prezzo.

Nonostante i prezzi in abbonamento possano raggiungere una media di 60 euro (variabile a seconda degli operatori e dei servizi offerti), il grande numero di offerte e promozioni permette agli utenti di poter utilizzare la fibra ottica a costi molto minori, oscillanti tra i 25 e i 40 euro al mese.

Si tratta di prezzi che non differiscono molto dai normali costi dell’ADSL, per cui diventa quasi automatico optare per la fibra ottica quando, con una leggera differenza di prezzo, si possono ottenere maggiori vantaggi in termini di velocità di connessione.