I router per fibra ottica, una conquista moderna

Connettersi ad internet, cenni storici, l’evoluzione.

Fin dagli albori della tecnologia internet, con i primi modem analogici negli anni novanta, il chiodo fisso dei ricercatori, della tecnologia che ha ormai cambiato il mondo, era come ottenere velocità di trasmissione sempre più alte.

I vecchi modem ci permettevano di navigare trasformando (modulando) in uscita dati digitali in segnali elettrici analogici, per consentire loro di viaggiare sui cavi di rame del tradizionale, e a quei tempi unico, doppino telefonico.

La demodulazione in segnali digitali fruibili dal sistema informatico, collegato all’altro capo del cavo, veniva effettuata da un analogo modem, dopo la loro modesta corsa a massimo 56 kilobit al secondo.

L’opera di conversione in segnale elettrico, era sostanzialmente necessaria per la natura della rete fisica disponibile all’epoca, utilizzata fino a quel momento per la trasmissione del segnale voce-telefonico.

Con la tecnologia Dsl, grazie anche a dei filtri chiamati splitter che separano la componente voce dalla trasmissione dati, parte di quei limiti sono stati superati, arrivando a velocità impensabili per i vecchi modem.

Il mondo multimediale di oggi e i router.

L’adsl ormai presente nella maggior parte delle case ha dato una notevole spinta alla diffusione di contenuti multimediali, tanto che la stessa tecnologia è stata messa a dura prova da mole di dati sempre più grandi.

La stessa abbondanza di contenuti ha fatto sì che all’interno di una stessa famiglia nascesse l’esigenza di connettersi da più dispositivi differenti contemporaneamente, ricorrendo ai router; apparecchi, in sostanza, capaci di agevolare il traffico in entrata e in uscita dei vari coinquilini connessi a internet contemporaneamente, da un’unica linea.offerte-fibra-ottica

La crescente quantità di traffico ha ultimamente prodotto, non prima di un sostanziale ammodernamento delle infrastrutture, una nuova generazione di strumenti tecnici, ovvero i router per fibra ottica.

Router per fibra ottica, un notevole salto di qualità.

E’ facile intuire quindi, che un router per fibra ottica, capace di pompare dati digitali anche a più di 100 megabit al secondo, ancorché disponibile agli inizi d’internet, a poco sarebbe servito in assenza dell’infrastruttura in fibra ottica.

I router per fibra ottica non veicolano dati tramite segnali elettrici infatti, ma con i più veloci e pratici fotoni, ovvero le particelle/onde elettromagnetiche che compongono la luce.

Ma per usare questo tipo di dispositivi è necessario un ulteriore fattore. La possibilità di allacciare i nostri router direttamente alla fibra ottica, senza colli di bottiglia di sorta, magari rappresentati da un ultimo tratto nella nostra casa composto ancora dalla vecchia rete in rame. Cosa oggi possibile grazie a fornitori di servizi sempre più efficienti e capaci di risolvere ogni problema tecnico che ci impedisce di sfruttare internet al meglio.

Solo in questo caso sarà possibile utilizzare la nuova generazione di router per fibra ottica, compatibili con lo standard VDSL, sfruttando tutta la loro potenza, arrivando a connessioni con velocità potenziali anche di un gigabit al secondo.

Permettendovi di viaggiare infine, letteralmente, alla velocità della luce senza rallentamenti di sorta.

Fonte: www.sky.it/abbonarsi/offerta/offerte-fibra-ottica.html