disdetta Tre più semplice

Come procedere per fare la disdetta Tre

Molto spesso si ha voglia di cambiare operatore telefonico, ma non si procede con la pratica per paura che errori nella domanda di disattivazione possano portare a problematiche e disservizi dei quali, spesso, si sente parlare.

Le lunghe attese che spesso si registrano prima di poter avere di nuovo una linea telefonica funzionante, sono il principale parametro che portano al timore di cambiare l’operatore telefonico, ma anche la paura di dover pagare costi di disattivazione spesso trattiene gli utenti dal cambio dell’operatore.

Tuttavia la procedura che permette di effettuare il cambio di operatore telefonico non è complessa, ma può variare da operatore ad operatore. Per effettuare la disdetta Tre, ad esempio, è necessario, per prima cosa, considerare il tipo di abbonamento che si ha e, soprattutto, se esso comprende anche la telefonia mobile nonché l’acquisto di uno smartphone.

La disdetta Tre più semplice da portare avanti è quella del piano Full, ossia un piano che non prevede l’uso o l’acquisto di smartphone.

Per questo tipo di piano telefonico, infatti, basta contattare la compagnia telefonica tramite il numero clienti 133 o inviare una mail all’indirizzo servizioclienti133@pec.h3g.it (si tratta di un indirizzo PEC) e richiedere la cessazione del contratto.

La disdetta Tre deve essere fatta con un preavviso di 30 giorni. Bisogna ricordare che, nel momento in cui si stipula il contratto, si è soggetti ad un vincolo della durata di un anno: questo significa che se la richiesta di disdetta avviene in un periodo successivo all’anno non si dovranno pagare penali mentre, in caso di disdetta precedente all’anno, si dovrà pagare un contributo di disattivazione pari a 49 euro.

La disdetta Tre per i piani telefonici differenti

Se Tre da un alto offre molte promozioni interessanti, dall’altro è caratterizzata dall’avere differenti prezzi di disattivazione a seconda del tipo di contratto telefonico. Se il contratto base permette un recesso relativamente economico o addirittura a costo zero, nel caso di piani telefonici differenti il recesso è invece a pagamento.

L’abbonamento Tre Free, ad esempio, prevede l’acquisto a rate di uno smartphone a prezzo conveniente. Tuttavia, se si prevede di fare una disdetta Tre Free in un tempo precedente a quello del vincolo (che può variare tra i 24 e i 30 mesi a seconda delle specifiche del contratto), allora è previsto il pagamento di 100 euro per la sola cessazione del servizio più un ulteriore costo per riscattare lo smartphone. disdetta Tre più semplice

Bisogna tuttavia ricordare che i costi legati alla Tre e in particolare allo smartphone non dipendono da eventuali finanziamenti richiesti: in questo caso, quindi, il pagamento delle rate deve continuare, indipendentemente dal recesso dalla compagnia telefonica, fino all’estinzione del debito con la società finanziaria.

Nel caso in cui l’abbonamento alla Tre preveda piani telefonici più complessi, ossia anche con comodato d’uso di chiavetta internet o altri dispositivi, le metodologie di disdetta restano le stesse, ma i costi possono essere differenti a seconda del tipo di abbonamento da disdire.

Per avere informazioni precise ed aggiornate sui costi di disattivazione basta consultare il sito dell’operatore, oppure chiamare il servizio clienti per avere informazioni più dettagliate.