monetica

La monetica e le opportunità per il settore

I dati dimostrano che gli italiani, seppur forse in ritardo rispetto ad altri paesi europei ed occidentali più in generale, stanno confermando la tendenza a passare sempre più tempo connessi, anche nell’ottica della ricerca e dell’acquisto di prodotti e servizi. Questo ovviamente è una diretta conseguenza della diffusione crescente di smartphone e tablet che consentono, assieme al più classico pc, di comprare online.

Il fenomeno in diffusione

La naturale suite di questo fenomeno è l’adattarsi, da parte di banche, istituti di credito e, secondariamente degli esercenti, a nuove forme di pagamento che, per gli attori presenti ad entrambi i poli della transazione, risultino più sicure, più rapide e meno costose. Nuove tecnologie che, seppur create con un occhio di riguardo ad internet, trovano il loro posto anche negli acquisti nei negozi fisici.

A livello generale si parla di monetica, o moneta automatica, definizione che si riferisce alla gestione informatizzata del denaro, quindi a tutte le attività legate all’emissione e al collocamento delle carte di pagamento (issuing) e all’accettazione dei pagamenti presso gli esercenti (acquiring).

Monetica e altri sistemi di pagamento elettronico

Già da diversi anni esistono tecnologie, come le bande magnetiche, i chip, i terminali POS, che consentono di effettuare i pagamenti. Cosa c’è di nuovo?

Domanda legittima. Che trova però risposta nel fatto che la monetica spinge per un’evoluzione dei sistemi di pagamento che porti ad un’automazione anche e soprattutto dei piccoli importi (il caffè al bar, per esempio). I sistemi di pagamento nati precedentemente invece sono normalmente utilizzati dal cliente, ed accettati da parte del commerciante, al di sopra di un certo ammontare (5 o 10 euro), soprattutto a causa dei costi della singola operazione.

I vantaggi della monetica per le banche

I vantaggi per gli operatori che risultano da un massiccio utilizzo della monetica sono evidenti. I pagamenti elettronici, effettuati, per non fare che un esempio, utilizzando lo smartphone, consentono alle banche di seguire nel dettaglio le scelte economiche degli utenti. Acquisti, pagamenti, finanziamenti diverrebbero non più il fine da raggiungere, ma piuttosto lo strumento per arricchire la relazione con il cliente, fidelizzandolo ulteriormente, con contenuti di servizio ed informativi.

Il processo potrebbe essere assimilato alle strategie messe in opera dai big della rete, come Amazon, Apple, Facebook, Google, Paypal, Ebay. Questi operatori sono dotati di strutture e dimensioni, ma soprattutto di un funzionamento, che consentono loro di seguire i clienti durante tutto il loro processo di consumo, dalla ricerca del prodotto o servizio, al pagamento dello stesso; passando, soprattutto, per forme di promozioni pubblicitarie tarate su gusti, abitudini e comportamenti di acquisto.

La monetica offre a tutti gli operatori del settore, acquirer e issuer in particolare, l’opportunità di competere nel processo di fidelizzazione dei clienti, grazie anche al retargeting reso possibile dalla raccolta di maggiori informazioni.

Limiti e opportunità della diffusione della monetica

Si diceva poc’anzi della minor diffusione ed utilizzo in Italia della monetica rispetto ad altri paesi.

Sembrano essere proprio i commercianti i più refrattari alla nuova tecnologia. E questo per almeno tre ordini di motivi: il timore di una scarsa adesione e fruizione della nuova tecnologia da parte dei consumatori; una non ancora sufficiente comprensione delle caratteristiche delle diverse soluzioni utilizzabili; il timore di andare in contro ad eccessive complicazioni operative.

Lato consumatori, in Italia più che altrove, si assiste tutt’oggi ad un massiccio utilizzo del denaro contante, non solo per i piccoli importi.

Se le resistenze culturali appena citate rappresentano almeno inizialmente un freno alla diffusione massiccia della monetica nel nostro Paese, è altrettanto vero che la parte di mercato che gli operatori bancari e creditizi hanno a disposizione per diffondere le nuove soluzioni tecnologiche è sufficientemente ampia.